Viaggio d'affari a Torino

Vacanza relax a Torino

L’hotel Mercure Torino Crystal Palace sorge all’interno di un meraviglioso edificio storico di fine Ottocento, poco distante dalla stazione ferroviaria di Porta Nuova, a pochi passi dal centro storico torinese, dove più si sente il fervore culturale e artistico della città. Proprio il centro storico della città offre opportunità uniche per godere di un soggiorno all’insegna del relax, tra le prelibatezze enogastronomiche di una regione ricca di alta cucina e di prodotti di qualità. Per appagare il gusto, ecco i tre capisaldi che Torino può vantare: il buon vino, la ricca gastronomia e l’arte dolciaria dei cioccolatini (primo fra tutti il gianduiotto) e dei torroni.

Buon vino
I vini della regione torinese sono tra i migliori al mondo. Nonostante la loro produzione non sia così copiosa come in altre zone d'Italia, Torino offre un’ampia selezione di vitigni DOC e DOCG di alto livello: basti pensare che il 90% dei vini bianchi e il 75% dei vini rossi piemontesi vantano certificazioni d’eccellenza, conferendo al Piemonte, e in particolare alle zone torinesi, un particolare riconoscimento nel panorama nazionale e internazionale della produzione vinicola. La coltivazione di uva, generalmente praticata nelle aree collinari, porta infatti ad ottime produzioni, dal rosso al bianco secco o amabile. Fra i più conosciuti troviamo Barbera, Erbaluce di Caruso (un buon vino bianco prodotto nella zona Canavese, sulle colline tra Biella e Torino) e Freisa.
Una cucina ricca
La cucina torinese vanta una tradizione di origini contadine, che ha però soddisfatto anche i più raffinati palati della corte sabauda. L’enogastronomia di Torino è anche il risultato unico di forti contaminazioni, avendo infatti subito le influenze della vicina cucina francese e delle tradizioni gastronomiche del Meridione. E’ sempre presente un tocco vintage interessante: specialità come il vitello tonnato, la tartare e gli agnolotti di carne riportano alla mente fasti e cene eleganti delle epoche passate, di mondi lontani ma ancora attuali e deliziosi, un vero cult della cucina di tutto il Bel Paese.
Il gianduiotto
Altro must di un weekend di relax è una passeggiata per i caffè storici, gustando un bicerin, la tipica bevanda torinese a base di caffè, cioccolato e crema di latte, tanto amata da Camillo Benso di Cavour (così raccontano i libri di aneddotica). In ogni caso, a Torino il cioccolato non significa solo gianduiotto: il celebre cioccolatino alla nocciola è una scoperta relativamente ”recente”’ e posteriore ai drink al cioccolato. In precedenza, infatti, il cioccolato era considerato una semplice bevanda (la cioccolata calda, appunto), da gustare con latte o tramandata in versione bicerin. Solo nel 1865, a causa delle difficoltà del Regno d’Italia nell’approvvigionamento di cacao, dovute al blocco napoleonico delle importazioni, dalle mani abili del maître chocolatier Michele Prochet nacque il gianduiotto. Ormai esportato in tutto il mondo, il gianduiotto è uno degli autentici vanti di Torino insieme alla tradizione pasticciera dei torroni.

Hotel in centro a Torino
Guida per un weekend a Torino
Viaggio d'affari a Torino
Tutti gli eventi per una vacanza a Milano
Vacanza romantica a Nizza
Vacanze al mare in Sardegna
Vacanze al mare a Rimini



Condividere per Email Condividere su Twitter Condividere su Facebook
Scopri di più

Vacanze al mare a Rimini

Hotel nelle vicinanze